7 Dicembre 2020

Elon Musk risulta positivo.. e negativo al Covid 19

By Alexandro Sollai

Il CEO di Tesla, Elon Musk risulta positivo per COVID-19 quattro volte nel corso della giornata di giovedì 12 novembre. Due dei test sono risultati positivi e due negativi, incitando Musk a mettere in discussione le pratiche di test messe in atto per il virus.

Elon Musk risulta positivo

“Sta succedendo qualcosa di estremamente fasullo”, ha twittato Musk giovedì sera tardi. Ho fatto quattro volte il test oggi. Due test sono risultati negativi e due positivi. Stessa macchina, stesso test, stessa infermiera. Test rapido dell’antigene da BD”.

Musk ha deciso di fare il test perché gli erano comparsi i “sintomi di un tipico raffreddore”.

È interessante notare che in California, dove risiede Musk, ha registrato un drastico aumento dei casi di COVID nell’ultima settimana. I dati del New York Times mostrano che i casi sono cresciuti di quasi 3.000 nell’ultima settimana nello stato. Ma alcuni seguaci di Musk hanno suggerito che le false letture positive potrebbero essere la causa del picco nello “Stato dorato”.

Nel frattempo Musk risponde sui social

Un follower ha chiesto: “Potrebbe essere questo il motivo per cui abbiamo visto un picco così importante?

Musk ha dichiarato che “Se sta succedendo a me, sta succedendo anche ad altri”. Aggiunse che questa volta avrebbe cercato i risultati di diversi laboratori e che avrebbe usato i test PCR invece dei test rapidi all’antigene, e avrebbe ricevuto i risultati entro 24 ore.

Secondo la Food and Drug Administration, i risultati contraddittori dei casi, suggeriscono che i test potrebbero essere stati somministrati in modo non corretto. Il sito web dell’organizzazione dice che possono verificarsi falsi positivi e che è consapevole della loro presenza, ma afferma che solo 4 test su 100 risulterebbero in una lettura errata.

I risultati, comunque, non hanno impedito i follower di Musk su Twitter di far notare i loro pensieri. Un follower ha suggerito che l’aumento dell’imprecisione dei test contribuirebbe alla distribuzione di un maggior numero di test, il che significa maggiori ricavi per le aziende che li producono. Musk ha risposto: “Esattamente”.

Musk ha espresso il suo malcontento per la passata gestione di COVID-19, soprattutto all’inizio di quest’anno, quando la California è stata chiusa per un lungo periodo di tempo. Anche lo stabilimento di produzione di Freemont è rimasto chiuso per un mese e mezzo a causa della pandemia. Durante la Q1 Earnings Call dell’azienda ad aprile, Musk ha affermato che le chiusure hanno violato la libertà delle persone.

E voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni di Musk? Possono dar peso ad una reale situazione negli Stati Uniti? Seguiteci su Teslalovers per tantissime news.

[Via]

   
Admin at Tesla Lovers
Appassionato di tecnologia. Studia informatica all'Università di Parma. Apple User. Futuro possessore dell'auto rivoluzionaria di sempre: la Tesla.
0 0 votes
Article Rating