Tesla Bot
22 Agosto 2021

Le sorprendenti novità del Tesla AI Day

By Valerio Traldi

Il Tesla AI Day che il 19 agosto Elon Musk ha tenuto è un evento dedicato all’intelligenza artificiale, che sappiamo essere un settore dove Tesla è molto attiva. A sorpresa ha dichiarato di voler costruire un robot umanoide e quello che probabilmente sarà il computer più potente al mondo.

Le sorprendenti novità del Tesla AI Day: Tesla Bot

Partendo dal presupposto che le auto che costruisce sono oramai sempre più “senzienti” ed autonome, il patron di Tesla ha perciò pensato di “sostituire le ruote” con arti motorizzati per costruire un robot dalle sembianze umane. Il Tesla Bot, questo il suo nome, utilizzerà come “cuore” l’hardware del nostro amato FSD e le camere dell’autopilot per la visione. Saranno 40 gli attuatori elettromeccanici che lo faranno muovere, donandogli movimenti precisi e fluidi. 

Musk ha anche affermato che il robot sarà utilizzato esclusivamente per affiancare l’uomo, e non per sostituirlo. Il Tesla Bot ottempererà ai compiti più pericolosi, ripetitivi e/o noiosi. Elon ha tenuto anche a precisare che saranno amichevoli, per poi aggiungere… “Lo stiamo impostando in modo tale che, a livello meccanico, a livello fisico, puoi scappare da esso e molto probabilmente sopraffarlo. Si spera che ciò non accada mai, ma non si sa mai”. Chi si immaginava già in un film fantascientifico dove le macchine si ribellano all’essere umano, può perciò dormire serenamente.

Venendo alle caratteristiche “appositamente sottodimensionate”, l’automa avrà un peso complessivo di 56 kg per 1,76 m di altezza, e sarà in grado di trasportare fino a 20 kg di peso (4,5 kg con il braccio steso). La sua velocità massima non supererà gli 8 km/h ed avrà uno schermo sul “viso” per poter interagire. Secondo Musk, un comando tipo da impartire e da far svolgere al robot potrà essere “Puoi prendere quel bullone e attaccarlo alla macchina con quella chiave inglese?”. Il primo prototipo potrebbe essere pronto già l’anno prossimo “Elon Time”.

C’è anche il supercomputer Dojo

Ancor più sorprendente, ma che rischia di essere occultato dalla notizia del Bot, è l’annuncio del supercomputer “Dojo” che si apprestano a costruire in Tesla. Affermando che potrà potenzialmente essere il computer più potente al mondo, avrà infatti una capacità superiore ad 1 exaflop. Pensato in moduli e sottomoduli per poterne aumentare o diminuire la capacità secondo le esigenze, il chip base userà tecnologia a 7 nm. Come ci ha abituato con l’hardware per autopilot, anche Dojo sarà interamente costruito in casa e sarà utilizzato per l’addestramento di autopilot e Tesla Bot.

Nessuna anteprima o voce di corridoio era emersa prima dell’evento e nessuno si poteva aspettare annunci di questo livello, Elon continua a dimostrarsi un uomo di larghe vedute e lunghe prospettive. 

Voi cosa ne pensate di queste novità? Comprereste il Tesla Bot?

Fatecelo sapere passando per la nostra grande community su Telegram.

Appassionato di Tesla e della tecnologia in generale. Propriety manager e soddisfatto possessore dell'auto più tecnologica del mondo: Tesla Model 3 LR.
Valerio Traldi
Latest posts by Valerio Traldi (see all)
0 0 votes
Article Rating