azioni tesla
5 Giugno 2020

Assemblea annuale azionisti Tesla: cosa riserverà

By Gianluca Palmisano

Il 28 maggio Tesla ha annunciato per martedì 7 luglio 2020, alle 14:30 Pacific Time, presso il Computer History Museum di Mountain View, in California , la data dell’assemblea annuale degli azionisti Tesla

In una dichiarazione di delega della Securities and Exchange Commission, Tesla ha delineato 7 punti chiave dell’ordine del giorno che saranno votati dagli azionisti dell’azienda. 

Assemblea annuale degli azionisti tesla le proposte
  1. Proposta di Tesla volta a eleggere tre direttori di Classe 1 per un mandato di tre anni o fino a quando i rispettivi successori non saranno debitamente eletti e qualificati
  2. Tesla proporrà l’approvazione del compenso esecutivo su base consultiva non vincolante 
  3. Forse ci sarà la proposta di ratifica da parte di Tesla per la la nomina di PricewaterhouseCoopers LLP come società di contabilità pubblica indipendente registrata da Tesla per l’anno fiscale che si chiude al 31 dicembre 2020 
  4. Proposta degli azionisti relativa alla pubblicità a pagamento, se presentata correttamente 
  5. Altro punto da parte degli azionisti è relativa alle disposizioni sul voto a maggioranza semplice nei documenti di governo, se adeguatamente presentata 
  6. Proposta degli azionisti relativa alla rendicontazione sull’arbitrato dei dipendenti, se presentata correttamente 
  7. Proposta degli azionisti relativa a ulteriori rapporti sui diritti umani, se adeguatamente presentata 

Uno dei punti all’ordine del giorno che sarà oggetto di accesa discussione , probabilmente sarà il nr. 4, ossia quello relativo al tema pubblicità a pagamento 

Da segnalare come il consiglio di amministrazione, stia in questi giorni raccomandando di votare contro la proposta di pubblicità a pagamento, in piena sintonia con il CEO di Tesla, Elon Musk, il quale negli ultimi anni, ha più volte chiarito che addirittura ‘disprezza’ la pubblicità tradizionale.

Tesla non pubblicizza né paga celebrità per sponsorizzazioni. Invece, usiamo quei soldi per rendere il prodotto eccezionale.’

Questo è il pensiero di sempre del presidente di Tesla

Qualcosa cambierà durante l’assemblea annuale degli azionisti?

Gli azionisti di Tesla spingono ora invece, per la pubblicità a pagamento.

Uno dei più accesi sostenitori è James M. Danforth, che dalla sua sede in San Diego sta fortemente cercando di convincere gli altri azionisti appunto, a votare in maniera favorevole agli investimenti pubblicitari a pagamento.

Se Tesla dovesse spendere almeno $ 50 per auto prodotta per pubblicizzare i suoi prodotti e/o servizi al fine di aumentare la consapevolezza e l’interesse del marchio e del prodotto, probabilmente raggiungerebbe più velocemente obiettivi finanziari preventivati, ed aumenterebbe anche il grado di reputazione tra il pubblico e gli investitori ‘

Questo riassumendo è una parte della sua dichiarazione rivolta agli azionisti.

A supporto delle sue idee, Danforth ha inoltre spiegato il ragionamento alla base della sua proposta, richiamando l’attenzione su alcuni aspetti di seguito riportati.

Le fonti della pubblicità

Tesla è nella posizione invidiabile di poter generare un ROI pubblicitario da 4 fonti, che sono:

  • Innanzitutto, è evidente che la pubblicità può aumentare il valore del marchio, la consapevolezza del prodotto e l’interesse.
  • In secondo luogo, le pubblicità di Tesla possono aiutare a mitigare e diluire sostanziali campagne FUD (“Paura, Incertezza, Dubbio”) e disinformazione sponsorizzate da concorrenti e detrattori in tutto il mondo e orientare la narrazione in modo più favorevole.
  • In terzo luogo, gli impatti causati da una minore visibilità pubblica, a causa delle chiusure dei negozi al dettaglio annunciati nel primo trimestre del 2019, possono essere spiegati e attenuati dagli annunci pubblicitari.
  • Infine, gli annunci Tesla, per loro stessa natura, aumenteranno la conoscenza e il supporto per evitare il danno climatico in tutto il mondo. 

Questo è il desiderio principale di Tesla e anche un fattore chiave per ottenere risultati aziendali migliori.

L’invito all’azione di Tesla tramite pubblicità squillerà forte e credibile con miliardi di consumatori, molti dei quali non sanno ancora chi sia Tesla. Questo invito all’azione non è mai stato più necessario o importante di adesso’.

Azionisti Tesla la riunione

In questo contesto di esortazione all’azione, da parte appunto di qualcuno, si è messo contro invece il Consiglio di Amministrazione di Tesla, che come detto prima, sta da parte sua invece consigliando vivamente di votare contro tale proposta.

Il Consiglio ha preso in considerazione questa proposta 

E cosa ha stabilito?

Sebbene accogliamo con favore il feedback degli azionisti, crediamo anche di avere un team di gestione esperto nella posizione migliore per determinare le operazioni commerciali quotidiane di Tesla, comprese le nostre pratiche e spese di vendita e marketing. 

Inoltre, la premessa fondamentale del proponente si basa su un evidente fraintendimento delle operazioni di vendita al dettaglio di Tesla

In particolare, Tesla Motor ha chiarito nelle dichiarazioni sin dal primo trimestre del 2019 che spesso ottimizziamo le nostre operazioni di vendita al dettaglio, il che significa, sia chiudere o ridimensionare le sedi con traffico pedonale inferiore ad un certo numero di afflussi alle vendite e sia aggiungere sedi nei nostri mercati target con afflusso alle vendite, elevato . 

Di conseguenza, il nostro numero di negozi netti è rimasto stabile per tutto il 2019.

Inoltre, Tesla si concentra esclusivamente sulle vendite online, come afferma il proponente. 

Piuttosto, se un cliente effettua un ordine da casa sua o in un negozio Tesla, viene effettuato accedendo al sito Web dell’azienda.

Il proponente non presenta inoltre alcuna prova del fatto che Tesla abbia una visibilità insufficiente con i potenziali clienti o che la pubblicità pagata, sia per l’importo arbitrario suggerito dal proponente o per tutti, aumenterebbe tale visibilità in un modo favorevole alla Società o ai suoi azionisti. 

I Traguardi

Al contrario, tra i traguardi raggiunti nel 2019 senza pubblicità tradizionale e con costi di marketing relativamente bassi, Tesla ha consegnato un record di 367.656 veicoli, e un aumento del 50% rispetto all’anno precedente, e che Model 3 ha superato la BMW Serie 3, Mercedes C- classe, Audi A4 e Lexus IS negli Stati Uniti. 

Le distinzioni che Tesla ha raggiunto nell’ultimo anno includono la Model 3 che è stato incluso nella lista “Top Picks” 2020 di Consumer Reports e che è stato nominato la UK Car of the Year 2020 e la Midsize Car of the Year agli AUTO BILD Golden Steering Wheel Awards in Germania, e Model S è stata nominata la Ultimate Car of the Year di Motor Trend

Infine, Tesla continua ad espandersi a livello globale con l’ infrastruttura di assistenza e ricarica, nonché attraverso la produzione internazionale presso Gigafactory Shanghai, che ha iniziato la produzione di veicoli nel 2019, e la Gigafactory Berlin, che è in fase di preparazione del sito.

Mentre le asserzioni del proponente si basano sulla speculazione, fattori oggettivi dimostrano la visibilità e l’interesse pubblico esistenti è in crescita per Tesla, senza la necessità di pubblicità a pagamento. 

Di conseguenza, in questo momento il nostro management ritiene che i nostri clienti e azionisti sarebbero meglio serviti a rinunciare a tali costi’.

Conclusioni

Si evidenzia a questo punto una bella ed accesa discussione, durante questa assemblea annuale degli azionisti, che vedrà il suo vincitore solo dopo la votazione del 7 luglio, dove gli azionisti di Tesla potranno esprimere la loro opinione tramite il voto per delega sulla proposta 

Il mondo delle auto elettriche sta diventando rapidamente sempre più importante e la concorrenza soprattutto per l’azienda americana che è, e rimane attualmente il leader di riferimento, sta velocemente arrivando. 

La concorrenza delle auto elettriche

Al momento, la pubblicità sui veicoli elettrici è ancora bassa poiché le case automobilistiche sono ancora impegnate sui mercati in cui i problemi principali riguardano gli standard sulle emissioni.

Questo,però, cambierà nei prossimi anni poiché i nuovi acquirenti vedranno sicuramente i veicoli elettrici sotto una ottica sempre più vicina alle loro mutate esigenze ,sia di tecnologia che di risparmio 

A quel punto, altre case automobilistiche non saranno più cosi timide a pubblicizzare le loro nuove e tecnologiche auto elettriche.

A mio avviso ritengo che proprio per l’ingresso di competitors molto importanti in questo mercato, è inevitabile che Tesla Motor dovrà forzatamente cominciare a rivedere alcuni punti fermi, in queste righe evidenziati.

Finalmente lo sapremo quando ci sarà questa assemblea annuale degli azionisti.

E voi invece cosa ne pensate? Fatecelo sapere come sempre tramite i commenti.

[Via]

Articolo redatto da Cristiano Ochs

   
Follow me
Founder at TeslaLovers
Appassionato del mondo tecnologico e di tutto ciò che gli gira intorno. Apple user e possessore soddisfatto dell'auto più tecnologica del mondo: Tesla Model 3.
Gianluca Palmisano
Follow me
0 0 votes
Article Rating