27 Agosto 2020

Bug nell’app Tesla, siamo veramente sicuri?

By Gianluca Palmisano

Il primo caso è emerso in Cina. L’utente di Twitter Stultus ha condiviso una storia di Weibo che diceva che, un’automobilista di quel paese ha improvvisamente smesso di vedere la sua auto nell’app. Inoltre, inaspettatamente, ha iniziato a mostrare cinque auto che non aveva mai visto prima. La storia porta gli screenshot della sua app Tesla, e possiamo vedere tutti i veicoli elettrici che, secondo quanto riportato, provengono dall’Europa. I nomi delle auto quasi lo confermano, come “la Tesla di Andrea“, “Tesso” e “Sven’s Car“. A parte la Tesla di Andrea, tutti gli altri veicoli sembrano essere Model 3 nere, come suggerisce il nome “DarthVader“. Che ci sia un bug nell’app Tesla?

Bug nell'app Tesla, siamo veramente sicuri?

Quando Stultus ha condiviso questo, RS (un altro utente) ha risposto dicendo che la sua auto aveva lo stesso problema. Viene dal Regno Unito e ha chiesto di preservare la sua identità.

Questa la sua storia:

“Ho ritirato la mia auto il 16 marzo. Vivo nel Regno Unito e la Model 3 è un’auto aziendale acquistata tramite una società di leasing. Ad un certo punto, il 23 marzo, l’auto è sparita dal mio account nell’app e non ho potuto più usarla per controllarla. Qualche giorno dopo ho chiamato Tesla. Mi hanno consigliato che probabilmente si trattava di un bug nell’app Tesla e di aspettare ancora un paio di giorni. Ho aspettato durante il fine settimana e il 30 marzo ho parlato con un altro dipendente della Tesla, che mi ha chiesto di verificare il numero di telaio dell’auto per essere sicuro di essere il proprietario.

Ho rilasciato il VIN al telefono e il dipendente Tesla ha confermato il nome associato al VIN. Ma non era il mio nome. Era un’altra R, ma non RS. Mentre leggeva il nome, l’ho riconosciuto. Era un’altra persona che lavora per la mia stessa azienda qui nel Regno Unito, ma vive a più di 300 miglia di distanza e lavora in un altro ufficio. Non ho mai incontrato o parlato con questa persona prima d’ora”.

È stato allora che, RS ha scoperto che la sua auto era sull’applicazione del collega.

“Alla fine ho parlato con l’altra persona e aveva due auto accessibili sul suo conto, la sua auto e la mia. Vedeva la mia auto a distanza e vedeva dove si trovava geograficamente.

Ci sono volute comunque un paio di settimane alla Tesla per risolvere il problema e non c’è stata una vera giustificazione o spiegazione su dove è stato commesso l’errore. Ovviamente, avevano gestito in modo errato alcuni dati di immatricolazione da qualche parte e associato/ riassegnato l’auto alla persona sbagliata senza alcuna verifica/convalida.

Qualcuno potrebbe dire che non è così grave perchè l’altra persona lavora per la mia stessa azienda, ma alla fine non conoscevo quella persona. E quella persona poteva ancora vedere le informazioni personali su dove ho parcheggiato la mia auto (anche il mio indirizzo di casa)”.

E il proprietario cinese della Tesla che poteva vedere altre cinque auto, anche se in Europa? Sarebbe utile mettersi in contatto con lui o con i proprietari di Tesla in Europa che sono stati colpiti.

Qualunque sia stato il problema e quante persone abbia colpito, le situazioni si sono apparentemente verificate in tempi diversi, il che significa che si sta ripetendo.

Può anche indicare che l’applicazione Tesla utilizza gli stessi server per tutti i clienti in tutto il mondo. E che sono interconnessi, il che, potrebbe spiegare perché qualcuno in Cina potrebbe vedere le auto in Europa.

E voi avete mai avuto problemi con l’app? Avete notato qualche anomalia? Fatecelo sapere nei commenti.

[Via]

   
Follow me
Founder at TeslaLovers
Appassionato del mondo tecnologico e di tutto ciò che gli gira intorno. Apple user e possessore soddisfatto dell'auto più tecnologica del mondo: Tesla Model 3.
Gianluca Palmisano
Follow me
0 0 votes
Article Rating