4 Dicembre 2020

Nuovi orizzonti per Tesla Energy? Vediamo le prospettive

By Alexandro Sollai

Sembra che Tesla Energy stia puntando al suo prossimo grande mercato dopo il lancio del suo servizio energetico nel Regno Unito e la fabbrica di stoccaggio delle batterie in corso negli Stati Uniti e in Australia. Sulla base di recenti rapporti, Tesla Energy ha iniziato ad operare anche in Israele, e la società sta ora partecipando a diverse gare d’appalto strategiche per la costruzione di impianti di stoccaggio dell’energia. Scopriamo nel dettaglio, i nuovi orizzonti per Tesla Energy.

Nuovi orizzonti per Tesla Energy

Secondo il quotidiano finanziario israeliano Globes, fonti indicano che Tesla è già in trattative avanzate con aziende private del paese per l’impiego delle sue batterie Megapack come dispositivi di energia su scala di rete.

Tesla Energy e il Megapack

Le batterie Megapack di Tesla, che possono immagazzinare fino a 3 MWh di energia, sono progettate per l’uso in rete, il che le rende perfette per il nascente settore dell’energia sostenibile in Israele.

Alcune fonti hanno lasciato intendere che Tesla Energy sta anche facendo offerte per diversi centri di fornitura per i produttori privati di energia. Fortunatamente per Tesla, un buon numero di fornitori privati di energia elettrica del Paese stanno cercando di installare impianti esterni di stoccaggio dell’energia con capacità di centinaia di MWh.

Tesla ha tuttavia alcune sfide da affrontare, soprattutto sotto forma di società come BYD e CATL, entrambe in gara per le opportunità di stoccaggio di batterie in Israele.

Oggi Israele non è necessariamente un leader mondiale quando si tratta di soluzioni energetiche sostenibili. Il Paese si è classificato ai primi posti per quanto riguarda la produzione di energia solare.

Israele e l’energia elettrica

Un rapporto annuale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, per esempio, ha notato che Israele, è il primo tra i paesi dell’OCSE quando si tratta di generazione di energia solare.

La produzione di energia solare di Israele si è attestata all’8,7% alla fine del 2019, collocando il Paese al secondo posto a livello mondiale, dopo l’Honduras.

La produzione di energia solare di Israele non è uno scherzo, grazie anche alla posizione del Paese. Come notato dal Jerusalem Post, i pannelli solari in Israele, ricevono circa il 120-140% in più di energia solare rispetto a pannelli simili installati in climi temperati.

Inoltre, Israele, punta a ricavare circa il 30% dell’energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2030. Per raggiungere questo obiettivo, il Paese stima che avrebbe bisogno di circa 8 GWh di accumulo di energia.

I Megapack di Tesla potrebbero giocare un ruolo chiave nel raggiungimento di questi obiettivi.

Il Megapack di Tesla ha avuto molto successo dalla sua introduzione lo scorso anno, e la sua adozione è andata di pari passo con la crescita del business dell’energia dell’azienda.

Tesla, per il terzo trimestre del 2020, ha notato che la produzione di Megapack di Gigafactory Nevada è raddoppiata rispetto al secondo trimestre. Parlando del sistema di stoccaggio delle batterie, il responsabile globale di Tesla per l’energia commerciale RJ Johnson ha osservato che la domanda di Megapack si è alzata tantissimo.

Queste le sue parole:

“Megapack sarà un grande segmento di crescita per il business, e le implementazioni continueranno ad espandersi rapidamente man mano che il prodotto raggiungerà la piena capacità. Abbiamo più domanda che offerta fino al 2021, e continuiamo a incrementare il prodotto per soddisfare la domanda senza precedenti in tutto il mondo fino al 2023 e oltre. Il nostro portafoglio ordini si sta rapidamente riempiendo fino al 2023 in una scala di gigawattora multipla. L’accumulo su larga scala di energia solare plus è ora più conveniente rispetto alla tradizionale generazione di combustibile fossile in molte località del mondo. Questa tendenza continuerà man mano che elimineremo i costi, il che sostituirà ulteriormente la generazione di combustibile fossile esistente e quella nuova”.

E voi cosa ne pensate di queste Mega Industrie di batterie ? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

[Via]

Vuoi 1500 Km gratuiti per la tua nuova Tesla? Ordinala dal sito ufficiale Tesla! 
Admin at Tesla Lovers
Appassionato di tecnologia. Studia informatica all'Università di Parma. Apple User. Futuro possessore dell'auto rivoluzionaria di sempre: la Tesla.
0 0 votes
Article Rating