30 Ottobre 2020

L’autopilot di Tesla è ancora sottovalutato?

By Gianluca Palmisano

Il Tesla Autopilot è talvolta “messo alla gogna” dalla critica e, per estensione, al pubblico in generale. Consumer Reports (CR) ha recentemente testato sistemi di assistenza alla guida attivi di vari produttori. I risultati, tuttavia, hanno solo confermato il gap di conoscenza dell’agenzia quando si tratta di applicazioni ad alta tecnologia, come l’autopilota. Ma l’autopilot di Tesla è ancora sottovalutato?

Il pilota automatico di Tesla

Tesla Autopilot è una suite di funzionalità avanzate del sistema di assistenza alla guida offerto da Tesla, che comprende il mantenimento della corsia, il controllo della velocità di crociera con traffico, l’autoparcheggio, il cambio automatico di corsia, la navigazione semi-autonoma su superstrade ad accesso limitato e la possibilità di “richiamare” l’auto da un garage o da un parcheggio.

L’elenco delle funzionalità mostra che, l’Autopilot Tesla è molto più avanzato di qualsiasi altro sistema esistente. Tuttavia, come si può capire dai risultati, lo studio del CR non era realmente finalizzato a determinare il miglior sistema attivo di assistenza alla guida.

CR ha dichiarato che i loro tester hanno esaminato il modo in cui ciascuno dei 17 sistemi per auto ha funzionato in cinque categorie specifiche: capacità e prestazioni, mantenere il conducente impegnato, facilità d’uso, chiarezza durante l’uso, e conducente non reattivo.

Cosa dice la ricerca di Consumer Reports?

Come si può vedere dall’elenco, molta attenzione è stata prestata non al collaudo dei sistemi di assistenza, ma piuttosto alla sua capacità di mantenere l’attenzione del guidatore sulla strada.

Naturalmente, questo è molto importante, ma non può diventare un criterio per valutare i sistemi di assistenza alla guida attivi. Pertanto, dovremmo tutti esaminare i risultati di questo studio, compreso questo punto critico.

Nella categoria più importante, che è l’unica che dovrebbe determinare le reali capacità dei sistemi attivi di assistenza alla guida, capacità e prestazioni , l’Autopilot Tesla si è classificato al primo posto.

Il pilota automatico di Tesla 1

Va anche notato che c’è un’osservazione in più da fare, sulla Cadillac Super Cruise, che dovrebbe sollevare seri dubbi sulla sua vittoria.

La Cadillac utilizza mappe laser-radar (Lidar), il che significa che la macchina può determinare la sua posizione solo quando sono aggiornate. Infatti, se il terreno non è familiare al sistema, non sarà in grado di fornire assistenza, il che mette in dubbio la sua fattibilità.

È importante sottolineare che la Super Cruise non sarà disponibile per il guidatore se l’autostrada utilizzata, non è conforme alle normative. Per esempio durante i lavori in corso, tanto meno se l’auto finisce in una zona sconosciuta.

D’altra parte, con Tesla Autopilot, il sistema ha la capacità avanzata di imparare al volo e di adattarsi a qualsiasi situazione di guida, scambiando dati con l’intera flotta di veicoli Tesla.

Quando si considera un’auto con un sistema di assistenza alla guida, si vuole qualcosa di avanzato, con un record di sicurezza ad alti livelli. E questo è ciò che rende Autopilot la scelta più importante e high-tech.

Secondo voi l’autopilot di Tesla è ancora sottovalutato? Cosa ne pensate di questa classifica? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

[Via]

   
Follow me
Founder at TeslaLovers
Appassionato del mondo tecnologico e di tutto ciò che gli gira intorno. Apple user e possessore soddisfatto dell'auto più tecnologica del mondo: Tesla Model 3.
Gianluca Palmisano
Follow me
0 0 votes
Article Rating